FIERA CONTEMPORANEA PRESENTA LA MOSTRA “PLASTICHE CROMIE – MARCO LODOLA | GIOVANNA FRA”

Dal 13 al 28 ottobre a Palazzo Romagnoli e nel cuore del centro storico di Cesena oltre 30 opere in esposizione in collaborazione con Mirabili Arte d’Abitare Comune di Cesena e Confesercenti (Comitato di valorizzazione del Centro Storico – Zona A)

Si consolida il rapporto tra Romagna Fiere, il Comune e la città di Cesena. Dopo la 21ª edizione di Contemporanea, ospitata per la prima volta nel 2017 dal rinnovato quartiere fieristico di Pievesestina, e la mostra “Mario Sironi – Retrospettiva Omaggio” che l’ha anticipata con successo all’interno della prestigiosa Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto, la fiera dedicata all’Arte moderna e contemporanea torna nella Città dei tre Papi con un rinnovato impegno a investirla di bellezza portando la Cultura davvero tra la gente.

Inaugura, infatti, venerdì 12 ottobre 2018 a Palazzo Romagnoli in Contrada Uberti, 48 a Cesena, e sarà visitabile dal 13 al 28 ottobre 2018, la mostra “Plastiche Cromie” di Marco Lodola e Giovanna Fra. Evento curato da Romagna Fiere in collaborazione con la Galleria Mirabili Arte d’Abitare di Firenze, che anticipa la 22ª edizione di Contemporanea in programma dal 26 al 29 ottobre 2018 a Cesena Fiera.

Una grande mostra con oltre 30 opere di due interpreti d’eccellenza della contemporaneità, che non avrà come unica sede il settecentesco e maestoso edificio del centro storico, bensì pervaderà tutto il cuore della città dialogando con i suoi edifici storici. Scrigni nei quali verranno incastonate le grandi sculture luminose del Maestro pavese, in esposizione permanente sino a conclusione della retrospettiva e pertanto immerse nella vita quotidiana di Cesena. Un vero percorso artistico alla scoperta di nuove tendenze e linguaggi espressivi: opere come compagne di lavoro, di passeggiata, di conversazione che colpiranno di stupore lo sguardo di residenti, passanti, turisti e visitatori della mostra. Grazie a “Plastiche Cromie” l’arte contemporanea diventa realmente fruibile a tutti.

Le sculture di Marco Lodola saranno visibili sia all’interno di Palazzo Romagnoli assieme ai quadri di Giovanna Fra, ma un maestoso Pegaso posto all’ingresso esterno vi introdurrà appassionati e curiosi.  Due “statue di luce” saranno poi collocate anche sotto il porticato della Residenza Comunale in piazza del Popolo.

Non solo, perché la contaminazione sarà completa grazie all’identità di vedute che ha portato Romagna Fiere a collaborare strettamente sia con il Comune di Cesena sia con Confesercenti (Comitato di valorizzazione del Centro Storico – Zona A) i cui associati saranno loro stessi “sede museale”.

Altre 10 opere di Marco Lodola saranno ospitate per l’intero periodo da selezionati esercizi e attività commerciali del centro storico cesenate, arricchedone e illuminandone vetrine e allestimenti e accogliendo di bellezza i clienti.

Nella fattispecie le opere si potranno ammirare presso:

  • Vineria del Popolo (piazza del Popolo, 14)
  • Sandra e Urbano Fotografi (Corte Dandini, 22)
  • La Muccigna (piazza del Popolo, 39)
  • Monti Boutique (via Fantaguzzi, 13)
  • Cosentino (via Fantaguzzi, 9)
  • Gioielleria Comandini (corso Mazzini, 5)
  • I Libri di Elena (Corte Piero della Francesca, 59)
  • Chiodi Bianco Casa (corso Giuseppe Mazzini, 66)
  • Atelier del Caffè (via Dandini, 8)
  • Officine Ottiche (corso Sozzi, 58)

Marco Lodola e Giovanna Fra portano in Romagna “Plastiche Cromie” dopo avere illuminato dal 14 giugno al 15 settembre la Reggia di Caserta, dipanandosi dal parco reale agli appartamenti del piano nobile in una perfetta sintonia di luce, dinamismo, potenza e vitalità tra tele e installazioni. Lo stesso avverrà a Cesena in un perfetto contrasto armonico tra la magnificenza dell’architettura di Palazzo Romagnoli e la contemporaneità delle opere esposte.

Come scrive il critico Luca Beatrice «Un dialogo con stucchi, decorazioni, pitture di genere e, soprattutto, con un’architettura di inestimabile pregio può costituire una sfida ardua eppure affascinante per gli artisti contemporanei, a partire dall’utilizzo di materiali anomali che solo da poco sono entrati nel novero appunto dell’artisticità. Realizzare un cortocircuito visivo tra il passato e il presente, è rischio che l’arte di oggi sente di correre con sempre maggior frequenza. Ora, in particolare, tra pittura, elaborazione digitale, plastica e luce».

Orari d’apertura:

giovedì e venerdì 16.30-19.30; mercoledì, sabato e domenica 10.00-13.00 e 16.30-19.30
Ingresso libero

Per informazioni:
Romagna Fiere: 0543.798466 – 346.5050521 – francesca@romagnafiere.it

Posted in Uncategorized.