Il Natale arriva al Mercato Centrale Firenze

Domenica 2 dicembre l’accensione delle luminarie con il sindaco Dario Nardella, le opere dell’artista Marco Lodola e le fotografie di Settimio Benedusi.

 

Il 2 dicembre il Mercato Centrale Firenze darà ufficialmente il via alla stagione natalizia con una giornata ricca di ospiti ed eventi. Gli eventi inizieranno alle 11 e proseguiranno per tutta la giornata, raggiungendo il culmine alle 18.30 con la tradizionale accensione delle luci di Natale.

 

GLI EVENTI DURANTE LA GIORNATA

Una domenica per grandi e piccini, da vivere immergendosi in pieno nell’atmosfera del Natale. Dalle 11 alle 12 e dalle 15 alle 16 gli animatori dell’associazione culturale Teatro-là terranno un laboratorio per bambini dedicato alle decorazioni natalizie. Dalle 14 alle 15 i più piccoli potranno assistere al divertente spettacolo di marionette che vedrà protagonista Babbo Natale, sarà alle prese con un imprevisto che metterà a rischio l’attesa consegna dei regali.

Gli eventi proseguiranno dalle 16 alle 18 con “Natale AlberiAmo insieme”, un laboratorio creativo di decorazioni natalizie a cura delle associazioni Angeli del Bello e Insieme per San Lorenzo. Per tutta la giornata in piazza del Mercato ci sarà una tenda che accoglierà gli ospiti con cioccolata calda e vin brulé in omaggio.

Sarà impossibile, inoltre, non notare la presenza del tendone da circo di Settimio Benedusi. L’allievo di Oliviero Toscani porterà il suo studio fotografico nella piazza del Mercato Centrale Firenze, pronto a immortalare gli ospiti con i suoi scatti artistici. Sarà un’occasione speciale per apprezzare nuovamente la fotografia su carta stampata e farsi ritrarre da un importante fotografo.

 

LE OPERE DI MARCO LODOLA

 Il Mercato Centrale Firenze fin dalla sua nascita si fa promotore e contenitore culturale, con un occhio attento all’arte. In occasione del Natale ci sarà l’installazione della mostra Giardino d’Inverno dell’artista visivo Marco Lodola. Ballerine, eroi mitologici e personaggi di fantasia prenderanno vita all’interno del Primo Piano attraverso le 16 statue luminose realizzate dall’artista, che trasformeranno il Mercato in un luogo magico.

Le grandi statue, realizzate in plexiglass, lamiera e led colorati saranno affiancate da installazioni più piccole, fatte in perspex, che adorneranno le botteghe del Primo Piano. Il titolo della mostra rimanda agli spazi che, nelle grandi ville, si usavano come serre per mantenere le piante durante il periodo invernale, conosciuti anche come orangerieo limonaie. Il Giardino d’Inverno di Marco Lodola accoglie una serie di sculture tipiche della sua arte, che lo ha reso un’artista di fama internazionale. La mostra è organizzata in collaborazione con Galleria Mirabili – Arte da Abitare di Firenze.

 

L’ACCENSIONE DELLE LUMINARIE CON IL SINDACO

Quella di domenica 2 dicembre sarà una festa dedicata al quartiere e alla città di Firenze, che culminerà con l’accensione delle luminarie, sia all’interno che all’esterno della struttura.

Alle 18.30 si terrà il discorso istituzionale con i ringraziamenti al quartiere alla presenza di Umberto Montano, presidente del Mercato Centrale Firenze, e il sindaco Dario Nardella. L’intervento sarà seguito dall’esibizione del coro gospel Revolution Gospel Project. Dopo l’accensione delle luminarie esterne, la festa si sposterà all’interno del Mercato. L’accensione rientra nell’ambito del F-Light Festival, arrivato alla quarta edizione, che quest’anno celebra la genialità di Leonardo Da Vinci. Il Festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da MUS.E, illuminerà gli spazi più suggestivi della città per un mese dando loro, letteralmente, nuova luce.

 

Il Mercato Centrale Firenze
Il Mercato Centrale Firenze nasce nella primavera 2014 con la riapertura al pubblico del primo piano del mercato coperto di San Lorenzo, uno dei luoghi più significativi della città. Il progetto di riqualificazione si costruisce intorno alla centralità del sapere artigiano, coniugando un nuovo linguaggio del cibo che fa della semplicità il suo punto di forza. Perché la bontà è elementare.

 

INFO
Il Mercato Centrale
Piazza del Mercato Centrale snc
50123 Firenze
T +39 055 2399798
info@mercatocentrale.it
mercatocentrale.it
Aperto tutti i giorni dalle 8 a mezzanotte
 

FIERA CONTEMPORANEA PRESENTA LA MOSTRA “PLASTICHE CROMIE – MARCO LODOLA | GIOVANNA FRA”

Dal 13 al 28 ottobre a Palazzo Romagnoli e nel cuore del centro storico di Cesena oltre 30 opere in esposizione in collaborazione con Mirabili Arte d’Abitare Comune di Cesena e Confesercenti (Comitato di valorizzazione del Centro Storico – Zona A)

Si consolida il rapporto tra Romagna Fiere, il Comune e la città di Cesena. Dopo la 21ª edizione di Contemporanea, ospitata per la prima volta nel 2017 dal rinnovato quartiere fieristico di Pievesestina, e la mostra “Mario Sironi – Retrospettiva Omaggio” che l’ha anticipata con successo all’interno della prestigiosa Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto, la fiera dedicata all’Arte moderna e contemporanea torna nella Città dei tre Papi con un rinnovato impegno a investirla di bellezza portando la Cultura davvero tra la gente.

Inaugura, infatti, venerdì 12 ottobre 2018 a Palazzo Romagnoli in Contrada Uberti, 48 a Cesena, e sarà visitabile dal 13 al 28 ottobre 2018, la mostra “Plastiche Cromie” di Marco Lodola e Giovanna Fra. Evento curato da Romagna Fiere in collaborazione con la Galleria Mirabili Arte d’Abitare di Firenze, che anticipa la 22ª edizione di Contemporanea in programma dal 26 al 29 ottobre 2018 a Cesena Fiera.

Una grande mostra con oltre 30 opere di due interpreti d’eccellenza della contemporaneità, che non avrà come unica sede il settecentesco e maestoso edificio del centro storico, bensì pervaderà tutto il cuore della città dialogando con i suoi edifici storici. Scrigni nei quali verranno incastonate le grandi sculture luminose del Maestro pavese, in esposizione permanente sino a conclusione della retrospettiva e pertanto immerse nella vita quotidiana di Cesena. Un vero percorso artistico alla scoperta di nuove tendenze e linguaggi espressivi: opere come compagne di lavoro, di passeggiata, di conversazione che colpiranno di stupore lo sguardo di residenti, passanti, turisti e visitatori della mostra. Grazie a “Plastiche Cromie” l’arte contemporanea diventa realmente fruibile a tutti.

Le sculture di Marco Lodola saranno visibili sia all’interno di Palazzo Romagnoli assieme ai quadri di Giovanna Fra, ma un maestoso Pegaso posto all’ingresso esterno vi introdurrà appassionati e curiosi.  Due “statue di luce” saranno poi collocate anche sotto il porticato della Residenza Comunale in piazza del Popolo.

Non solo, perché la contaminazione sarà completa grazie all’identità di vedute che ha portato Romagna Fiere a collaborare strettamente sia con il Comune di Cesena sia con Confesercenti (Comitato di valorizzazione del Centro Storico – Zona A) i cui associati saranno loro stessi “sede museale”.

Altre 10 opere di Marco Lodola saranno ospitate per l’intero periodo da selezionati esercizi e attività commerciali del centro storico cesenate, arricchedone e illuminandone vetrine e allestimenti e accogliendo di bellezza i clienti.

Nella fattispecie le opere si potranno ammirare presso:

  • Vineria del Popolo (piazza del Popolo, 14)
  • Sandra e Urbano Fotografi (Corte Dandini, 22)
  • La Muccigna (piazza del Popolo, 39)
  • Monti Boutique (via Fantaguzzi, 13)
  • Cosentino (via Fantaguzzi, 9)
  • Gioielleria Comandini (corso Mazzini, 5)
  • I Libri di Elena (Corte Piero della Francesca, 59)
  • Chiodi Bianco Casa (corso Giuseppe Mazzini, 66)
  • Atelier del Caffè (via Dandini, 8)
  • Officine Ottiche (corso Sozzi, 58)

Marco Lodola e Giovanna Fra portano in Romagna “Plastiche Cromie” dopo avere illuminato dal 14 giugno al 15 settembre la Reggia di Caserta, dipanandosi dal parco reale agli appartamenti del piano nobile in una perfetta sintonia di luce, dinamismo, potenza e vitalità tra tele e installazioni. Lo stesso avverrà a Cesena in un perfetto contrasto armonico tra la magnificenza dell’architettura di Palazzo Romagnoli e la contemporaneità delle opere esposte.

Come scrive il critico Luca Beatrice «Un dialogo con stucchi, decorazioni, pitture di genere e, soprattutto, con un’architettura di inestimabile pregio può costituire una sfida ardua eppure affascinante per gli artisti contemporanei, a partire dall’utilizzo di materiali anomali che solo da poco sono entrati nel novero appunto dell’artisticità. Realizzare un cortocircuito visivo tra il passato e il presente, è rischio che l’arte di oggi sente di correre con sempre maggior frequenza. Ora, in particolare, tra pittura, elaborazione digitale, plastica e luce».

Orari d’apertura:

giovedì e venerdì 16.30-19.30; mercoledì, sabato e domenica 10.00-13.00 e 16.30-19.30
Ingresso libero

Per informazioni:
Romagna Fiere: 0543.798466 – 346.5050521 – francesca@romagnafiere.it

Marco Lodola a Tirana, Luminapolis – LODOLA.FRA

Se c’è davvero un grande verità sull’arte, è che l’arte può parlare qualsiasi lingua. L’arte non ha bisogno di un interprete. Non c’è bisogno di essere un italiano per entusiasmarti delle opere di Marco Lodola che stanno arrivando per la prima volta al pubblico della capitale in una bellissima mostra sulla piazza Madre Teresa. Un spettacolo a colori per una capitale che ha un rapporto speciale con i colori.Ci sono pochi modi migliori per rendere una città più vivibile, più vivace, più amichevole come l’arte e la cultura. Musica, teatro, pittura, scultura, ogni manifestazione artistica, è per una città come una scintilla che genera la vita, lo sviluppo, la creatività, che permette ad una città e comunità che vive con essa a rivelarsi. In questo senso, tale mostra è il regalo più bello che si possa fare alla vigilia delle feste a Tirana.Per troppo tempo, Tirana è stata un capitale isolata dai maggiori sviluppi artistici della cultura europea e mondiale. Ma la buona notizia è che ora questa situazione ha cominciato a cambiare. La Capitale l’ultimo anno ha visto un gran numero di eventi culturali, concerti, fiere,mostre, concorsi, festival, che lentamente hanno dato a Tirana la fisionomia di una capitale amante dell’arte e che crea la possibilità di uno spazio per l’arte e la cultura. Poiché, come non mai, vi è la consapevolezza che una città non potrà mai avere successo, non puoi mai essere attraente, non può mai essere considerata una destinazione turistica, se non si investe sull’arte e sulla cultura.

Erion Veliaj

Video

Press

https://dailynews.al/2016/12/veliaj-tirana-qender-e-artit-dhe-kultures-moderne/
http://top-channel.tv/lajme/artikull.php?id=342708
http://www.botasot.info/art-kultura/620412/ekspozohen-ne-tirane-veprat-e-artistit-te-dritave-marco-lodola/
http://shqiptarja.com/kulture/2730/celet-ekspozita-e-marco-lodola-punimet-e-tij-kudo-neper-tirane-390123.html

 

 

Marco Lodola, Teatro del Silenzio, Lajatico concerto Le Cirque 2016 di Andrea Bocelli

LAJATICO — Torna per l’undicesimo anno il Teatro del Silenzio, l’esclusivo evento ideato da Andrea Bocelli sulle colline di Lajatico. In occasione dell’edizione 2016 il tenore interpreta un repertorio lirico composto da alcune tra le più famose arie d’opera, in un contesto ricco di colori e scenografie per uno degli spettacoli più antichi ed affascinanti di sempre, il circo.
Dopo l’eccezionale doppia data in occasione del decimo anniversario Bocelli propone uno show unico dal titolo Le Cirque. Una serata all’insegna della grande musica, con il supporto di un allestimento innovativo, la potenza sonora di una importante orchestra sinfonica e del coro.
“Il Maestro Bocelli – hanno spiegato gli organizzatori – ha personalmente scelto il tema del Circo perché così come l’Opera è una messa in scena completa che contempla canto, musica, danza e performance, e così ecco che nasce al Teatro del Silenzio di quest’anno un confronto fra questi due mondi. A definire ancor più il fil rouge di questa edizione sarà l’opera d’arte che come ogni anno farà da sfondo alla scenografia: un elefante luminoso dal titolo Circo Lodola creato per l’occasione da Marco Lodola e messa a disposizione dalla galleria Mirabili Arte d’Abitare e FORMITALIA Luxury Group spa, società dei fratelli David e Gianni Overi. Marco Lodola con la sua scultura luminosa colorerà il teatro e sarà da sfondo al magico evento di Lajatico.
Nelle passate edizioni la scenografia è stata curata da grandi artisti quali Igor Mitoraj, Arnaldo Pomodoro, Marco Ceroli, Hans Peter Ditzler, Kurt Laurenz Metzler, Venio Santoni e Giuseppe Carta.
Il cast di questa edizione comprende alcuni tra i migliori artisti della lirica mondiale come il baritono Leo Nucci, la soprano nordcoreana Sumi Jo, che ha recentemente partecipato al film Youth – La giovinezza diretto dal premio Oscar Paolo Sorrentino, i baritoni Gianfranco Montresor, Federico Longhi e Claudio Ottino, il basso Paolo Pecchipoli, la mezzo soprano Tiziana Carraro e la soprano bulgara Svetla Vassileva, accompagnati dall’Orchestra e dal Coro del Teatro Carlo Felice di Genova, rispettivamente di 78 e 70 elementi, diretti dal Maestro Marcello Rota.
La regia dello spettacolo è stata affidata a Luca Tommassini, coreografo e direttore artistico che ha lavorato con superstar del pop come Michael Jackson, Madonna, Diana Ross, Prince, Janet Jackson, Whitney Houston.

Installazione evento

Presentazione

Concerto

 

Fausto Zonaro, Vita e luce tra fasti ottomani e la Belle Époque italiana

A cura di Città metropolitana Firenze – Istituto Italiano di Cultura Istanbul – Mirabili Arte d’Abitare
Inaugurazione mercoledì 1 Aprile 2015 – Museo Mediceo Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 1 Firenze con il seguente programma: ore 17.00 presentazione mostra ore 17.30 concerto EUROPEAN MUSIC AT THE OTTOMAN COURT Conduce Emre ARACI ore 18.30 inaugurazione